Al Lago di Tret per un’escursione in famiglia in Alta Val di Non

Prati fioriti in primavera, acque chiare e rinfrescanti in estate, dorate distese di larici in autunno, silenzio ovattato in inverno. A 1600 m s.l.m., a un’ora a piedi da San Felice (ancora in Alto Adige) e da Tret (già in Trentino), giace il Lago di Santa Maria, o Lago di Tret che dir si voglia. La sorprendente varietà di piante acquatiche e di insetti – soprattutto libellule – come anche l’eccellente qualità delle limpide acque rendono il lago una meta prediletta di intere famiglie che desiderano trascorrere una giornata fuori porta e magari concedersi un bagno o due. Il sentiero ad anello che ne costeggia le sponde è punteggiato di pannelli informativi sulle particolarità di questo splendido biotopo.

Il paesaggio tutt’attorno allo specchio d’acqua, al centro del quale sorge un’isoletta, esercita il proprio fascino in tutte le stagioni dell’anno. In primavera, sul finire del mese di maggio, il manto erboso si ricopre di un tappeto fiorito di magica bellezza ed eterogeneità, con un alternarsi di gigli selvatici, orchidee, genziane, anemoni, gigli martagoni e mughetti. In estate, le fresche acque del lago donano refrigerio e sollievo, mentre in autunno le fronde dorate dei larici riflettono i raggi del sole rubando qualche istante all’oscurità della sera. In inverno, la natura si veste di bianco e il silenzio avvolge l’escursionista che si avventura sulla neve con ciaspole o sci.

 

Informazioni

Grado di difficoltà / Tipo di escursione: facile
Ubicazione: Costiera della Mendola
Lunghezza del percorso: 7,5 km
Tempo di percorrenza: 2 ore 30 minuti

Punto più alto del percorso: 1600 m s.l.m.
Dislivello in salita: 370 m
Periodo ideale: da maggio a novembre; anche come ciaspolata in pieno inverno.

Contatto / Richiesta di informazioni >>

Comments are closed.