Il sentiero arcaico da Prato a Stelvio: sulle tracce della storia

Da tempi immemorabili esiste un cammino che solca le Alpi e collega la lombarda Valtellina all’Alta Val Venosta. Oggi, su questo sentiero protostorico l’escursionista percepisce l’energia di un remoto passato. Il nostro giro inizia a Prato allo Stelvio e supera dapprima il borgo Gargitz e il maso Patzleid. Qui giunti, deviamo sul sentiero arcaico, anche detto di Wormsion (segnavia n. 11), di cui seguiamo il tracciato in leggera salita oltre radi boschetti e bei punti panoramici fino a raggiungere Gaschlin (1430 m s.l.m.). Su questo colle, il luogo più alto della nostra escursione, si insediarono nell’età del rame cacciatori, raccoglitori e minatori.

Scendiamo verso ovest, attraversiamo la Valle dell’Acqua ed entriamo a Stelvio (1311 m s.l.m.), villaggio retoromanzo che, con i suoi vicoli ripidi e lineari e gli edifici incastrati gli uni sugli altri, si affaccia dal pendio a mo’ di terrazza. Degno di nota è che il paesino conta ben otto fontane.

Iniziamo la discesa presso la chiesa e ci spingiamo fin quasi a Ponte Stelvio. Seguendo il sentiero della roggia, giungiamo infine ad Agumes, frazione di Prato allo Stelvio.

A questo punto, se lo desideriamo e ne abbiamo il tempo, possiamo fare una capatina nel centro visite del Parco Nazionale dello Stelvio aquaprad.

 

Informazioni

Grado di difficoltà / Tipo di escursione: impegnativo
Ubicazione: Alpi dell’Ortles
Lunghezza del percorso: 12 km
Tempo di percorrenza in salita: 5 ore

Punto più alto del percorso: 1430 m s.l.m.
Dislivello: 610 m
Periodo ideale: da maggio a ottobre

Contatto / Richiesta di informazioni >>

Comments are closed.